Home  
COME CONTATTARCI
PARTNER IN FRANCIA
CATALOGO CD e DIGITALE
NOVITÀ
Autunno 2020

PAOLO
CAPODACQUA

La torta in cielo
con 100 candeline
per GIANNI RODARI
(SDN.FR 002)

ZeroMantra

La distanza di un semitono
(SDN.FR 003)

_____________

ferite&feritoie
(SDN.FR 001)

un album di grande
canzone d'autore

PAOLO
CAPODACQUA

che sta incantando
stampa e pubblico



su questo sito
e nei migliori negozi

acquistabile
solo dall'Italia


VISITA
IL CATALOGO

Scopri i nostri
album pubblicati
in quasi 20 anni
di attività

fra i quali

PIPPO POLLINA

Le dernier vol

KAY MC CARTHY

L'amore tace

GIORGIO CONTE

The best of
live in Alberobello



PIPPO POLLINA

la storia non
conosce padroni

LP Vinile 180gr

PIPPO POLLINA

IN EVIDENZA

PIPPO
POLLINA
concerto on-line
streaming



31/01/2021
ZURIGO
(The MILLERS)

per tutte le info
cliccare

Attenzione!
PIPPO
POLLINA
L'uscita del
nuovo album
e il tour di
presentazione
sono stati
rinviati al
2022

a causa della
pandemia da Covid 19


In Italia
debutto
TORINO
1 Marzo 2022

disponibile per
Centro-Nord Italia
2 - 3 - 4 Marzo 2022


a PARIGI

trovate i nostri CD
in esclusiva a

La Libreria


89 Rue du Faubourg
Poissonnière
75009 PARIS


album nuovi
e meno nuovi di

G.Conte - C.Lolli - P.Pollina
Nada - M.Manfredi - Il Parto
M.Rovelli - R.Durkovic

Les Anarchistes - Gang
A.Annecchino - Inti Illimani
P.Capodacqua - La Macina
CANALE YOUTUBE

visitate il nostro
nuovo canale


GLI ALBUM DI CLAUDIO

STORIE DI NOTE
ha pubblicato di
CLAUDIO LOLLI

prodotti

nel 2000

Dalla parte del torto

nel 2003
con
IL PARTO DELLE
NUVOLE PESANTI


Ho visto anche degli
zingari felici


nel 2006

La scoperta dell'America

nel 2009

Lovesongs

e anche


Viaggio in Italia

ri-pubblicato nel 2008
dopo una prima uscita
senza promozione nel
1998 da parte di Sony


PAOLO CAPODACQUA - Un deux trois (SDN065 - 2009))
mercoledý 07 ottobre 2020

ACQUISTA ON-LINE


PAOLO CAPODACQUA
"Un deux trois"
(SDN065)
album strumentale

Per l'ascolto degli estratti
di tutti i brani in anteprima
CLICCARE QUI



con PayPal e carte
comprese spese di spedizioni


1 copia € 13,00

CLICCARE QUI

2 copie € 23,00

CLICCARE QUI

Per acquistare un numero maggiore di copie
o
per acquistare anche altri titoli del catalogo
si prega di inviare una e-mail a Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

per richiedere un preventivo e il link per il pagamento.

Con BONIFICO BANCARIO

Importo 1 copia € 13,00 - 2 copie € 23,00

Benficiario STORIEDINOTE.FR
Banca CREDIT MUTUEL - Paris Monge
IBAN
FR7610278061420002031860152
BIC/SWIFT
CMCIFR2A
Causale - Acquisto CD La torta in cielo SDN.FR002 (una o due copie)

Per acquistare un numero maggiore di copie
o
per acquistare anche altri titoli del catalogo
si prega di inviare una e-mail a Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

per richiedere un preventivo e il link per il pagamento.


Dopo l'effettuazione del bonifico si prega di inviare
una e-mail a Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo
con il proprio indirizzo
e numero telefonico per la spedizione

******************

Parlare, o perlomeno cercare di cucire due parole sull’arte di Paolo Capodaqua, è come voler disegnare l’elio; tutti uniti nel ritenere questo artista chitarrista “inafferrabile”, uno tra i più grandi interpreti di sogni a sei corde, capace di ondeggiare, abbozzare, sintetizzare il volo come fattore di libertà suprema attraverso un arpeggio, un accordo, uno struscio di corda.
Storica chitarra che accompagna Claudio Lolli nelle sue avventure, Capodacqua arriva con il suo “Un, Deux, Trois” ( una produzione distribuita esclusivamente in versione digitale (MP3) sulla piattaforma I-Tunes), un disco strumentale, pieno di metafore delicatissime che raccontano –a suoni – immagini di infanzia, di scoperte e mondi interiori, un crossing di sensazioni dove si intravedono scorrere le affabulazioni di Gianni Rodari che giocano a moscacieca con gli omini color carta zucchero di Folòn; dove tutto sembra tornare piccolo, vergine e innocente, recuperato dal perduto.
C’è tanta di quell’infanzia perduta dentro di noi in questa meraviglia, dalle cose semplici che sembravano insormontabili alle complicazioni che nascondevano sotto sotto cose da nulla. Una chitarra e un loop station bastano per creare tutto un universo di sguardi all’indietro, di piccole inversioni a U della memoria, che attraverso i passaggi a Nord/Sud/Est/Ovest di queste quattordici tracce profumate al borotalco, ci fanno regredire di benessere a quando non si era ancora uomini difettati.
La tecnica e il tocco chitarristico dell’artista Avezzanese, ineccepibile nello sfiorare modularità new age, mediterraneità popolare e tradizione Brassensiana, diventa ambra di echo arpeggiati (L’attesa), gigiona e bohemien da bistrot (Clownerie), remigante come la penna di un gabbiano (Aquarium), si libera dalla gravità (Tu avrai delle stelle che sanno ridere), birichina e guascona (Pillole) e immensamente carica di fanciullezza familiare scandita a carillon (La scatola di biscotti Mellin), quel quadratone di latta che non tutti si potevano permettere, dove tutte le mamme usavano mettere – una volta finita la biscotteria – aghi, e spolette di filo colorato per il cucito.
Deja Vù a più non posso, una volta che questo disco viene fatto girare; ti fa prendere la scorciatoia per scivolare quanto prima nella vena della malinconia, ti fa rivivere la gioia e l’amarezza verso qualcosa che non c’è più e che non tornerà.
Paolo Capodacqua si avvale della collaborazione della giovane pittrice milanese Linda Brindisi per “disegnare con i tratti” quello che lui “colora con la musica”; infatti la pittrice sperimenta nuovi modi di dipingere tramite la pittura collettiva. Disegna su enormi rotondi di carta mappe oniriche e tutti possono dipingerci sopra, ed un esempio ne è – in formato miniaturizzato – la copertina di questo superlativo registrato che sulle movenze a ninna nanna Irlandese di “Continua….” ci dondola, ci culla e ci vorrebbe trattenere nel suo mondo di soldatini di piombo e trottole di legno fino a stringerci il cuore.
“Un, Deux, Trois”, e che ci porti una manciata di stelle e cielo per ricominciare a sognare.
Massimo Sannella su Mescalina (10-4-2009)

Video-presentazione dell’album da parte del suo compositore Paolo Capodacqua
Ripresa video di Salvo Manzone presso il Piccolo Auditorium di Storie di Note a Orvieto (inverno 2009), in occasione della registrazione dell’album Lovesongs di Claudio Lolli (CLICCARE QUI)