Home  
CATALOGO CD e DIGITALE

VISITA
IL CATALOGO

ancora un attimo
di pazienza !!


Scopri i nostri
album pubblicati
in quasi 20 anni
di attività

fra i quali

PIPPO POLLINA

Le dernier vol

NADA TRIO


con l'indimenticabile
FAUSTO MESOLELLA


KAY MC CARTHY

L'amore tace

GIORGIO CONTE

The best of
live in Alberobello



PIPPO POLLINA

la storia non
conosce padroni

LP Vinile 180gr

PIPPO POLLINA

PARTNER IN FRANCIA
PROSSIMAMENTE
PREVENDITE
PIPPO POLLINA
in Francia




PESSAC BORDEAUX
10/10/2017

AVIGNON
12/10/2017
CANALE YOUTUBE

visitate il nostro
nuovo canale

ancora in costruzione
vi regalerà nel tempo
tanta musica e immagini
di grande interesse
IN EVIDENZA

Srebreniça
City of Hope



un crowdfunding
IMPORTANTE
per l'amicizia
nel nome della natura,
per superare
gli orrori della guerra,
per conoscere luoghi
straordinari

CIAO INDIMENTICABILE FAUSTO, ARTISTA GENIALE E UOMO DI GRANDE UMANITA'
Scritto da Rambaldo Degli Azzoni   
giovedý 30 marzo 2017

Ho conosciuto personalmente Fausto Mesolella nel 2000, l’anno in cui vinse il Festival di Sanremo con i suoi Avion Travel.
L’ho incontrato la prima volta attraverso Nada con cui avevo cominciato a collaborare, sia per i concerti che per un nuovo album.
E con la nostra etichetta Storie di note cominciammo ad occuparci anche di Nada Trio, il magico trio acustico con Fausto Mesolella alla chitarra e Ferruccio Spinetti al contrabbasso.

Poi in quasi 20 anni successero molte cose, Fausto mise le sue magiche chitarre e curò gli arrangiamenti di due album fra i più importanti da me prodotti, « L’amore è fortissimo e il corpo no » di Nada (2001) e « Il Contestorie » di Giorgio Conte (2003),

avemmo l’onore di inaugurare il nostro Piccolo Auditorium di Orvieto con un concerto di Nada trio e, anche quando Ferruccio lasciò il Trio per dar vita a Musica Nuda ( nel 2004 con Petra Magoni), la collaborazione e la simbiosi fra Nada e Fausto continuò ancora più forte di prima.

E in questi oltre 10 anni più volte, in Italia e all’estero, ho avuto l’onore di organizzare concerti indimenticabili di quel magico duo.
Fino all’ultima volta, nel giugno 2016, quando, dopo anni di tentativi e nonostante infiniti problemi, compreso l’annullamento all’ultimo momento del volo Roma-Parigi, quando sono riuscito a portare per la prima volta in assoluto Nada in concerto a Parigi (e in Francia).
Ovviamente accompagnata dalla magica chitarra di Fausto Mesolella (anche se non era la sua inseparabile classica Gibson Chet Atkins, l’ Insanguinata, che non era potuta salire sul volo trovato all’ultimo istante per miracolo).
Ora il meraviglioso incontro fra la voce sempre più bella e intensa di Nada e la magica chitarra di Fausto, che più che uno strumento singolo, era una vera orchestra, ora quella pagina straordinaria della canzone italiana è irrimediabilmente finita, perché Fausto Mesolella ci ha lasciati per sempre, anche il suo grande cuore ha dato forfait (come era successo per altri due grandi artisti della sua regione, Massimo Troisi e Pino Daniele);
Avrei dovuto incontrare Fausto proprio domenica a Parigi per il suo concerto « Canto Stefano » con Stefano Benni e parlargli di un altro bel progetto artistico che avrei voluto proporgli.
Ora sono attonito e sotto choc.

Avrei tante altre cose da raccontare, ma preferisco regalarvi l’occasione di vedere o ri-vedere quel magico concerto di Nada e Fausto Mesolella del 17 giugno 2016 a Parigi (Salle des Fêtes de la Mairie du 13ème)
Lo potete trovare qui, grazie al regalo dell'amico Mario Fiappo.

Ciao Fausto e grazie di cuore di tutto



Link al concerto con Nada il 17 giugno 2016 a Parigi.
Per vedere e ascoltare le 13 canzoni del concerto
CLICCA QUI


…… e pensare che il mio ultimo ricordo di lui, che ho stampato nella mente e nel cuore, è di quando nell'ottobre scorso a Parigi, alla fine del piccolo concerto di presentazione del suo nuovo album "Canto Stefano", gli ho detto "Fausto, finalmente, dopo che per decenni hai regalato il tuo genio e la tua generosità a progetti di grandissimo successo come Avion Travel e Nada Trio, che senza di te non sarebbero esistiti, ma stando sempre lontano dai riflettori .... finalmente ora c'è il "tuo" progetto...." e lui, con un sorriso misto fra orgoglio e malinconia mi ha risposto "E' si, è proprio così…"
….. amara la vita.

(Rambaldo degli Azzoni Avogadro)

...