In offerta!

Gastone Pietrucci e la Macina - "Aedo Malinconico ed Ardente, fuoco e acque di canto - Volume I

6,66 

Con la partecipazione straordinaraia di:
ROSSANA CASALE - GIOVANNA MARINI- MARINO
E SANDRO   SEVERINI (GANG) - RICCARDO TESI
SALDI DI NOTE FINO AL 10 FEBBRAIO 2023

5 disponibili

COD: SDN024 Categoria:

Descrizione

TRACKLIST

  1. Bella sei nada femmena... (dedicata a Valeria Moriconi)
  2. a S'io fossi una formica - b Monaca a forza
  3. Ramo de fiori e rrose d'amor...
  4. La guerriera (Nigra 48)
  5. Io me ne vojo andà pel mondo sperso...
  6. Benediciamo a Cristoforo Colombo...
  7. Collage di canti del repertorio minore della filanda jesina
    a. Io vorrei che sulla luna...
    b. Tutti ce dice a spasso a spasso...
    c. E è lle cinque 'lle sei se scioglie...
    d. E mamma mia porta l'argè' e la catena...
    e. Mentre che io pesacavo tra Napoli e Mmessina...
    f. O mamma mia vojò mmarido...
    g. Il mare è torbido l'acqua è turchina...
    h. Senti 'l mio caro Adolfo...
    i. O mamma mamma preparami le fasce...
    j. Cattivo custode (Nigra 50)
    k. Io vorrei che sulla luna...
  8. Cecilia (Nigra 3)
  9. Il marito tosato
  10. a Mentre che rastrellava - b La ballata del brigante Pietro Masi detto Bellente (G. Gasparrini)
  11. Sotto la croce Mmaria...
  12. Dormi dormi core mia...
  13. Bovi bovi...
  14. 'Stanotte mi sognai 'na bbella fata...

 

Canti della cultura orale marchigiana.

Con la partecipazione straordinaraia di:  ROSSANA CASALE - GIOVANNA MARINI-MARINO E SANDRO   SEVERINI (GANG) - RICCARDO TESI 

 "Questo primo volume, che seleziona un lungo tratto del lavoro di Gastone Pietrucci e La Macina, sembra deliberatamente nascere sotto il segno di Saturno. Non vi esplodono, infatti, gli apici della gioia e del dolore ma vi si accampa il sentimento alonato della malinconia, alla stregua di un pensiero dominante e, persino, di un segno araldico. E' come una crinatura d'autore che, per la prima volta, permette alla voce solista (sombre, scura, torturata) di uscire dal coro senza doversene emancipare, perciò restando una vove de La Macina e, nello stesso tempo, la voce de La Macina. Una riconoscibile monodia, partecipe e consanguinea, però di sussultante polifonia. [...]
[...] E' il tesoro cantato da un aedo ardente e malinconico (si è pure detto). Ma ardente proprio per paradosso, per il colmo stesso della malinconia. E viceversa."
Massimo RAFFAELI, dalla presentazione al Cd, "Aedo malinconico ed ardente, fuoco ed acque di canto" Vol. I, SDN024, 2002

  "[...] Mai s'è sentita la voce di Pietrucci così arrochita e convincente, un binomio di ancestralità e inflessioni dell'oggi che ha pochi riscontri, adesso, nel Bel Paese. [...]
Guido FESTINESE, L'aedo marchigiano, WorldMusic, n. 59, Marzo-Aprile, 2003
 [...] Gastone Pietrucci. un canto che pur rivelandosi carico di uomini e di eventi, si leva solitario alle pacatezze lunari dei notturni, fino a risuonare eco nel vuoto cosmico. Ascoltarlo è percorrere i deserti con l'erompente cognizione dell'incontro".

Allì CARACCIOLO, La scrittura del canto, dalla presentazione al CD, "Aedo malinconico ed ardente, fuoco ed acque di canto", Vol. I,  2002

BIOGRAFIA:
Gastone Pietrucci, etnomusicologo e ricercatore sul campo, si laurea in Urbino, con il Prof. Gastone Venturelli, con una tesi sulla “Letteratura tradizionale orale marchigiane e spoletina”, Urbino, 1977-78.
Fonda e dirige dal 1968, il Gruppo di Ricerca e Canto Popolare Marchigiano La Macina: “Tra i numerosi gruppi che, negli ultimi anni, hanno cercato di animare il secondo folk-revival italiano […] quello marchigiano della Macina occupa un posto a parte e a mia conoscenza, unico […]” ( Roberto Leydi, dalla presentazione al Cd de La Macina, "Je se vedea le porte dell’affanno…"”, 1998).
Ha curato rispettivamente nel 1990 e 1994 le opere discografiche di documenti originali della tradizione orale marchigiana: "Io vado allà filandra…" del Gruppo “Filandare” di Jesi e Canti rituali di questua della tradizione orale marchigiana. Ideatore e curatore delle Rassegne annuali della "Pasquella" (dal 1985) di Montecarotto, della "Passione" (dal1974 al 1984 a Monsano e dal 1985 a Polverigi) , del "Cantamaggio" e "Rogo in piazza dell’Albero del Maggio" (dal 1983) di Morro d’Alba , dello "Scacciamarzo" (dal1988) a Monsano e del Monsano Folk Festival (dal 1986) , di "Aspettando il Maggio… " (dal 1991 al 2009) di Polverigi,  dell’ Esino Festival ( dal 2002 al 2003) di Falconara Marittima.
 Dopo dieci lavori discografici e la pubblicazione del volume "Cultura Popolare Marchigiana", Jesi, 1985, “[…] sicuramente
la più ampia e organica raccolta di canti popolari che vantino le Marche […]” (Gastone Venturelli, dalla prefazione all’omonimo volume, 1985) , pubblica nel 2002, uno dei suoi  CD più significativi: Gastone Pietrucci-La Macina, "Aedo malinconico ed ardente, fuoco ed acque di canto” (Vol. I), Storie di Note 024, dove “[…] per la prima volta, permette alla voce solista (sombre, scura, torturata) di uscire dal coro senza doversene emancipare, perciò restando una voce nella Macina e, nello stesso tempo, la voce della Macina […]” (Massimo Raffaeli, dalla prefazione del CD, Aedo malinconico ed ardente, fuoco ed acque di canto, Vol. I, 2002). Nel 2004, pubblica il Cd: Macina-Gang, "Nel tempo ed oltre cantando" (Storie di Note 033).

Proprio per questo progetto musicale tra i due "storici" gruppi marchigiani, quello folk  de La Macina di Gastone Pietrucci e quello rock dei Gang dai Fratelli Marino e Sandro Severini, nel 2004, sono stati segnalti dal Premio Tenco come "super-gruppo dell'anno" ed invitati ad esibirsi nello storico palco sanremese.
 Nel 2006, pubblica il secondo volume di: Gastone Pietrucci-La Macina: "Aedo malinconico ed ardente, fuoco ed acque di canto"  Vol. II, (Storie di Note 054).

 Nel 2008 pubblica il doppio Cd Bootleg Live, Gastone Pietrucci-La Macina,  Da "Tuto è corpo d'amore a "El vive d'omo" (Ventiquattro liriche dal canzoniere poetico di Franco Scataglini muiscata ed interpretate da La Macina)

Nel 2009 pubblica il libro con Cd allegato, Giorgio Cellinese, "Jemece a ffa' un sonnellino in fondo allo stagno...", a cura di Gastone Pietrucci,
Nel 2010, pubblica il terzo volume, che chiude la trilogia di: Gastone Pietrucci-La Macina: "Aedo malinconico ed ardente, fuoco ed acque di canto"  Vol. III.
 "Di questo disco si parlava da un sacco, addirittura anni [...] Ma in casi come questi, si sa il tempo ha un'importanza relativa, specie se poi si rivela galantuomo e ripaga la lunga attesa con risultati speciali. E' uno splendido incontro, Nel tempo ed oltre cantando [...] tra due band diverse per vicenee musicali ma accomunate non solo dalle origini marchigiane ma anche e soprattutto dalla capacità e dal desiderio di percorrere - ciascuna alla sua maniera - le vie della tradizione [...] un'ora di sonorità vivaci e suggestive, rese ancor più attraenti dagli scambi vocali [...] e dei duetti tra Gastone Pietrucci e Marino Severini [...] Quanto basta e avanza per fare di Nel tempo ed oltre cantando un brillante progetto etnomusicologico, una straordinaria antologia di storie e un ricco serbatoio di emozioni profonde." (Federico Guglielmi, Il Mucchio, n. 569, 9-15 marzo 2004).yac
el 2012 con il Samuele Garofoli Quartet  (Samuele Garofoli, tromba, flicorno, Gabriele Pesaresi. contrabbasso, Roberto Zechini, chitarra elettrica, Massimo Manzi, batteria) ha pubblicato il cd Ramo de fiori. I canti della tradizione orale marchigiana de La Macina incontrano il jazz.
Nel 2015 con “Popular Symphony” , vero e proprio evento musicale,  vede alla ribalta Gastone Pietrucci, leader, anima e “voce” del Gruppo di Ricerca e Canto Popolare La Macina e l’Orchestra Giovanile delle Marche, diretta dal Maestro Stefano Campolucci, inedito, grande progetto musicale, dove la musica classica incontra, contamina e “rinnova” la musica popolare ed in particolare alcune delle più belle canzoni del Gruppo La Macina.  L'incontro tra Gastone Pietrucci e Stefano Campolucci è l'incontro tra due esperienze musicali molto diverse tra loro e mai venute a contatto: la musica sinfonica e la musica popolare marchigiana.  Dal concerto, Popular Symphony (Il canto de La Macina in concerto sinfonico)  scaturirà l’omonimo cd, che completerà ed arricchirà questo interessante ed inedito progetto musicale.            Nel 2016 Nuovo progetto musicale e discografico di Gastone Pietrucci con Marco Poeta.Eccezionale incontro di due grandi artisti marchigiani: Marco Poeta, uno tra i migliori e più originali chitarristi acustici italiani e la magia della sua chitarra a dodici corde, incontra la "voce abisso" e "la voce scura e orturata" di Gastone Pietrucci. Sei brani del grande repertorio de La Macina, che riarrangiati ed reinterpretati dai due artisti, nascono a nuova vita in tutta la loro vibrante emozione, che grazie alla particolare tecnica adottata da Marco Poeta per la sua chitarra a dodici corde, rivela un mondo sonoro suggestivo ed inaspettato.Sempre nel 2016 con La Macina pubblica con l'editore squi[libri], il supo primo cd live: La Macina.Nel vivo di una lunga storia.Al giro di boa dei cinquant’anni di attività, il gruppo più rappresentativo delle tradizioni musicali marchigiane si mette ancora alla prova, con il primo CD live della carriera, mentre nel DVD si ripercorrono i contesti e gli incontri che hanno alimentato un appassionante percorso di ricerca e animazione, con tappa in 29 comuni delle Marche (Monsano, Jesi, Staffolo, Cupramontana, Mergo, Polverigi, Cassero, Chiaravalle, Belvedere Ostrense, Montecarotto, Rosora, Arcevia, Sassoferrato, Fabriano, Isola Del Piano, Urbino, Montemarciano, Senigallia, Sirolo, Recanati, Filottrano, Appignano, Macerata, Cagli, Ancona, Corridonia, Fermo, Morro d’Alba e Petriolo). E attorno alla proposta artistica de La Macina e del suo ‘aedo malinconico e ardente’, Gastone Pietrucci, gli interventi di alcune tra le voci più emblematiche della cultura regionale: Carlo Cecchi, con un dipinto e una nota, Simone Massi, con i suoi disegni, e Allì Caracciolo. Massimo Raffaeli e Francesco Scarabicchi con i suoi scritti.
MUSICISTI:
Gastone Pietrucci: Voce
Marco Gigli: Chitarra, Cembali, Voce
Michele Lelli: Percussioni, Batteria, Voce
Roberto Picchio: Fisarmonica, Voce
Adriano Taborro: Chitarra, Mandolino, Voce
Giorgio Cellinese: Coordinatore
Ospiti:
Rossana Casale: Voce
Giovanna Marini: Voce
Marino Severini: Voce
Sandro Severini: Chitarra Elettrica
Riccardo Tesi: Organetto
Antonio Felicioli: Flauto
Costantino Ravarelli: Nacchere
Diego Ravarelli: Cembalo

 

Informazioni aggiuntive

Peso 0,12 kg

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Gastone Pietrucci e la Macina - "Aedo Malinconico ed Ardente, fuoco e acque di canto - Volume I”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *